A Cagliari la Distinguished gentleman’s ride per finanziare la ricerca sul cancro

 

FONTE: SARDINIAPOST
gentlemansride-372x221Triumph è pronta. La casa di Hinckley si sta preparando a scaldare i motori, aggiustarsi barba e baffi e prendere dall’armadio il completo migliore, per la quarta edizione di The Distinguished Gentleman’s Ride. Domenica 27 settembre, le strade di oltre 400 città (Cagliari compresa) in 78 Paesi del mondo verranno invase da migliaia di riders che si uniranno per dar vita a un evento che vede protagonisti tutti gli appassionati di moto classiche e dello stile dandy alla Don Draper, a supporto della ricerca contro il cancro. Protagoniste indiscusse sono tutte le scrambler, cafè racer, special e bobber oltre ai baffi stilosi di chi le possiede. Non conta la marca, quello che conta è essere sempre di più per celebrare la passione per le moto e raccogliere più fondi possibili per la ricerca scientifica. L’anno scorso è stato raggiunto e superato l’obiettivo di 1 milione di dollari australiani e, quest’anno, il traguardo è ancora più ambizioso: abbattere il muro dei 3 milioni. Per questo Triumph Motorcycles è Proud Sponsor di The Distinguished Gentleman’s Ride, per aiutare l’ideatore Mark Hawwa nella diffusione e nella crescita di questa iniziativa, nata nella città australiana di Perth nel 2012 e oggi evento cult a livello internazionale. L’edizione 2014 ha registrato in Italia una grandissima affluenza nelle 19 città coinvolte – da Milano a Roma fino a Firenze, Cagliari e Catania – raggiungendo il picco di oltre 500 bikers alla ride di Milano. Quest’anno le città coinvolte in Italia saranno 28 e i percorsi studiati toccheranno i punti più belli e caratteristici di ogni luogo.

Per scoprire tutti i dettagli della ride di Cagliari, informazioni sul sito www.gentlemansride.com

Rifiuti, cambiano orari di ritiro

Fino al giugno del prossimo anno le regole per le utenze domestiche prevedono il deposito della frazione secca residua nei cassonetti stradali metallici tutti i giorni, eccetto il sabato ma inclusi domeniche e festivi, dalle 18 alle 6 del giorno successivo
Ansa News
FONTE: CAGLIARIPAD
raccolta_differenziata__1

 

Cambiano dal 21 settembre gli orari del servizio di raccolta rifiuti a Cagliari. Da lunedì infatti termina la gestione collegata alla stagione estiva, che ha richiesto un particolare modello di turni e fasce orarie.
Fino al giugno del prossimo anno le regole per le utenze domestiche (le attività commerciali seguono criteri diversi) prevedono il deposito della frazione secca residua nei cassonetti stradali metallici tutti i giorni, eccetto il sabato ma inclusi domeniche e festivi, dalle 18 alle 6 del giorno successivo.
I rifiuti organici (umido), invece, verranno conferiti in base alla zona di residenza: Zona A, il martedì, giovedì e domenica, dalle 18 alle 6 del giorno successivo; Zona B, il lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 18 alle 6 del giorno successivo. Nei giorni che precedono una festività i conferimenti dei rifiuti organici non sono consentiti, perché il servizio di raccolta è sospeso nella data festiva. Carta e cartone (cassonetto giallo), plastica (cassonetto blu), vetro, latta e lattine (cassonetto verde) non sono soggetti a orari di conferimento prestabiliti.
Per informazioni e segnalazioni è disponibile il numero verde della raccolta differenziata 800 533122.

Wikipedia chiama e Cagliari risponde. I cittadini fotografano le bellezze storiche della città

FONTE: SARDEGNA OGGI
Cagliari aderisce a un concorso fotografico promosso da Wikimedia Italia la fondazione che sostiene la più grande enciclopedia online dei giorni nostri: Wikipedia. Ognuno può inviare le foto dei monumenti che andranno così ad accrescere il patrimonio della conoscenza.10117_650_320_dy_Wikipedia_chiama_e_Cagliari_risponde_I_cittadini_fotografano_le_bellezze_storiche_della_citta

CAGLIARI – La chiamata a raccolta arriva dagli organizzatori di Cagliari Capitale Italiana della Cultura 2015: tutti i cittadini sono invitati ad aderire al quarto concorso fotografico indetto da Wikimedia Italia per immortalare il patrimonio culturale italiano.

In sintesi le foto che verranno scattate finiranno sull’enciclopedia collettiva. Tutti gli scatti verranno rilasciati con licenza libera e saranno pubblicate su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia. Le istituzioni, pubbliche e private, possono aderire, autorizzando la pubblicazione delle immagini dei monumenti di loro proprietà su Wikipedia. È possibile partecipare al concorso solo con immagini di monumenti “liberati” dagli enti, presenti in una apposita Lista Monumenti ed elenco enti creata da Wikimedia Italia. Gli elenchi sono in continuo aggiornamento perciò è importante consultarli costantemente.

Il concorso si svolgerà fino al 30 settembre 2015, ma le fotografie possono essere state scattate in qualsiasi momento. Ecco la lista completa dei monumenti da fotografare a Cagliari e in Sardegna.

Benvenuti nella “cattedrale nel deserto”: degrado in viale La Playa

Rifiuti e degrado a due passi dal mercato ittico di Cagliari

Autore: Redazione Casteddu Online


uid_14fd6dcf28b.640.0

Benvenuti nella “cattedrale nel deserto”, a due passi però dal mercato ittico di Viale La Playa, a Cagliari, tuttora operativo. Un quadrilatero di asfalto pseudo-recintato, area spettrale abbandonata, lasciata a degrado. Eppure, ancora “solcata” dalle strisce gialle per i parcheggi delle auto, ma luogo temuto un tempo dagli automobilisti che si recavano in quel luogo (ora totalmente trascurato), per ritirare la propria auto prelevata dal carro attrezzi, con la consueta e agognata riconsegna del veicolo, solo dietro pagamento di oblazione e sanzione accessoria successiva. Nell’ex depositeria comunale, il tempo si è fermato: laddove venivano custoditi i veicoli rimossi, all’ingresso della città, trovava infatti ospitalità la “Sezione Autogrù del Corpo di Polizia Municipale di Cagliari” e la Cooperativa ST 2000, la ditta appaltatrice che si occupa del servizio rimozione e custodia dei veicoli. Oggi uffici e servizio annesso si trovano invece ubicati in viale Monastir, proprio accanto al fatiscente edificio in cui aveva sede anche l’ex Mercato Ortofrutticolo. Ma in viale La Playa, fa quasi stizza vedere quel triste scenario, con la penuria di parcheggi liberi in città. A pochi passi, l’ex sede del Cagliari Point, poi l’ipermercato Oviesse e l’Iper Pan ed ancora, da li a  poche centinaia di metri lineari, la Via Roma e la piazza Matteotti, svincolo utile e ideale per centinaia di lavoratori e studenti trasfertisti. Una ronda ispettiva in loco ci consente di fotografare la realtà così com’è, con palme ed erbacce in ogni dove, rifiuti e degrado sparsi un pò ovunque, dove gli unici “abitanti della zona” sono i cagnetti randagi in cerca di cibo. Adiacente all’area in questione, la competenza dell’Autorità Portuale, con gli edifici in disuso e tuttora oggetto di demolizione e risanamento. (Alessandro Congia www.castedduonline.it )

 

Cagliari, da venerdì via alle Notti Musicali: in scena musicisti da tutto il mondo

FONTE: CAGLIARIPAD
Marc-Coppey-durante-una-lezione-372x221Da Pavel Gililov a Dmitri Alexeev. Da Yuval Gotlibovich a Marianne Piketty. Passando per Marc Coppey o Jaques Rouvier. Da domani il capoluogo sardo torna a essere capitale della musica colta nel Mediterraneo grazie a Le notti musicali, il festival che sino al 31 agosto vedrà esibirsi nelTeatro Lirico, in via Sant’Alenixedda, le stelle internazionali della musica colta, in città in qualità di docenti della XV edizione dell’Accademia di musica di Cagliari, cominciata lunedì.

 

Accanto alle masterclass di alto perfezionamento strumentale e vocale, che sino al 1° settembre vedranno in città più di 200 giovani allievi da tutto il mondo, arriva dunque il momento dei grandi concerti per l’Accademia, dal 2008 partner dell’Unesco che ha voluto così premiare il grande progetto del direttore artistico, Cristian Marcia, e di suo fratello Gianluca, presidente, di creare occasioni di crescita per i giovani talenti sardi senza doverli costringere ad affrontare i problemi legati all’insularità della Sardegna.

Rispetto al passato Le notti musicali quest’anno si presenta con una grande novità: nel concerto di domani, venerdì 28 agosto, accanto ai virtuosi mondiali della classica, saliranno sul palco anche due giovanissimi allievi dell’Accademia. Si tratta dei virtuosi della chitarra Raffaele Putzolu e Luca Micheletto, entrambi di 17 anni, che il loro maestro, il direttore artistico dell’Accademia e apprezzato chitarrista, Cristian Marcia, ha invitato a suonare con sé. Una scelta, quella di Marcia, dettata dalla volontà di incoraggiare i giovani talenti a proseguire sul proprio cammino artistico, benché talvolta possa mostrarsi non facile.

Domani il festival (tutti gli appuntamenti cominciano alle 21) prende il via sulle note della celebre Suite per violoncello solo n. 1 BWV1007 di J. S. Bach, che metterà in luce tutto il virtuosismo del violoncellista dall’impeccabile tecnica Marc Coppey. Si prosegue con la violinista Stephanie Marie Degand, ormai di casa all’Accademia, il pianista Florent Boffard, definito dalla critica un musicista dal virtuosismo impressionante, e l’erede della tradizione francese del clarinettoFlorent Heau, che si misureranno con i Contrasti per violino, clarinetto e pianoforte di B. Bartok, l’unica opera in cui il compositore ungherese affidò un ruolo primario a uno strumento a fiato come il clarinetto.

La seconda parte della serata partirà sulle note della Polonaise- Fantasie per pianoforte op. 61 in la bemolle maggiore di F.Chopin: protagonista sarà Denis Pascal, virtuoso applauditissimo dalle platee di tutto il mondo. Si prosegue con la trascrizione per tre chitarre, a opera di Cristian Marcia, di due celebri capolavori: Asturias di I. Albeniz e Recuerdos de l’Alhambra di F. Terrega. Insieme a Cristian Marcia si esibiranno anche i giovani Raffaele Putzolu e Luca Micheletto. Il trio Marcia- Micheletto- Putzolu resterà sul palco anche per un terzo brano: la composizione originale di Cristian Marcia dal titolo Someday in Paris. A far calare il sipario su questo primo appuntamento con Le Notti musicali saranno le overture de Il barbiere di Siviglia e La gazza ladra di G. Rossini, eseguite da Cristian Marcia (chitarra), Stephanie Marie Degand (violino) e Florent Heau (clarinetto).

Sabato 29 agosto la seconda serata delle Notti musicali si aprirà con un brano virtuosistico dalle caratteristiche inconsuete: il Poema elegiaco per violino e piano op.12 di Eugène Ysaye, eseguito dall’eclettica violinista Marianne Piketty, accompagnata al pianoforte da Denis Pascal, musicista applauditissimo dalle platee di tutto il mondo. Si prosegue con il Trio in la minore per clarinetto, violoncello e piano op.114 di J. Brahms, che vedrà impegnati sul palco il clarinettista Florent Heau, , il pianista Denis Pascal e il violoncellista Marc Coppey. La seconda parte della serata sarà interamente dedicata al genio compositivo di J. Brahms: Pavel Gililov (pianista che suona regolarmente in coppia con il grande violoncellista Mischa Mayski), Stephanie Marie Degand, Marc Coppey e il violista israeliano Yuval Gotlibovich (la sua carriera musicale lo ha visto impegnato come violista, compositore e pedagogo in Europa, Israele, Stati Uniti) proporranno l’appassionato Quartetto per pianoforte e archi n. 1 op. 25.

Dopo un giorno di pausa il festival ritorna, per chiudersi, lunedì 31 agosto. La prima parte di questo ultimo appuntamento si aprirà sulle note di una delle due sole composizioni per violoncello e pianoforte scritte da J. Brahms: la Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte op. 38, che vedrà impegnati sul palco il violoncellista Marc Coppey e Denis Pascal. A seguire, Dmitri Alexeev (definito un “poeta del pianoforte”) si misurerà con la Sonata n. 2 in si bemolle minore op. 36 di S. Rachmaninov. La seconda parte della serata sarà percorsa dalle musiche del Quartetto per pianoforte e archi op. 47 di Schumann nell’interpretazione del pianista Jaques Rouvier, osannato dalla critica di tutto il mondo, Stephaie Marie Degand, Marc Coppey e Yuval Gotlibovich alla viola.

A chiudere quest’ultima serata delle Notti musicali saranno le note di M. Ravel nella Rapsodia da Concerto Tzigan eseguita da Jaques Rouvier e Stephanie Marie Degand.

Il costo dei biglietti è di 10 euro (5 euro per gli abbonati del Teatro Lirico di Cagliari). Informazioni: Box Office, viale Regina Margherita tel. 070.657428, info@boxofficesardegna.it. Oppure: Biglietteria del Teatro Lirico via Sant’Alenixedda tel. 070.4082230 o 070.4082249, fax 070.4082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it.

Accanto al festival Le notti musicali, negli spazi del T Hotel, partner consolidato dell’Accademia di musica e luogo sempre aperto a ospitare eventi culturali, prosegue la rassegna “Venti di note. Dal mondo a Cagliari talento in musica)”, che vede i giovani virtuosi dell’Accademia esibirsi in un contesto meno informale rispetto a quello di un teatro. I prossimi appuntamenti sono il 28, 29 e 31 agosto alle 18.

L’Accademia internazionale di musica di Cagliari è realizzata in co-produzione con il Conservatorio di musica di Cagliari “G. P. Da Palestrina” e con il Teatro lirico di Cagliari, e con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna, del Comune di Cagliari. Conta anche sulla sponsorizzazione di Banca Intesa San Paolo.

La denuncia dell’Espresso: “Cagliari, un Museo nazionale horror”

Brutto colpo per la promozione della cultura a Cagliari.  un’inchiesta dell’Espresso mette il Museo dei Giganti come primo esempio dei musei horror e poco organizzati in Italia

Autore: Jacopo Norfo CASTEDDUONLINE


uid_144e96e3923.640.0

L’Espresso mette tra gli orrori dei Musei nazionali d’Italia il Museo Archeologico Nazionale  di Cagliari. Una denuncia clamorosa, che purtroppo vede  il museo cagliaritano finire in testa ai musei meno organizzati d’Italia. Con la denuncia di una trentenne sarda trapiantata a Milano, Cinzia Lai, e i giornalisti dell’Espresso che passano in rassegna tutta la presunta disorganizzazione del nostro Museo migliore, quello che ospita anche i Giganti di Mont’e Prama. “A darci il benvenuto sulla parete all’ingresso c’era una grande crepa. All’entrata nessun materiale informativo e nessuna indicazione.Le opere e il palazzo sembravano abbandonate al loro destino». Nessuna traduzione in inglese, cartellini strappati o corretti a mano. L’Espresso, che ha fatto un’inchiesta sui musei horror italiani, mette in cima proprio una foto dei Giganti, in quello che è tutto tranne che uno spot alla Cultura cagliaritana.

Qui il link dell’articolo completo dell’Espresso: Dalla Sardegna alla Toscana, ecco gli orrori dei musei italiani

 

“Mangio e poi scappo, senza pagare”: dilaga il fenomeno a Cagliari

Diversi gli episodi registrati nei ristoranti del centro di Cagliari. Confesercenti: “Purtroppo è un fenomeno difficile da contrastare, i ristoratori siano più vigili”

Autore: Federica Lai CASTEDDUONLINE

uid_14ef7f3886d.640.0

La scusa più frequente è quella di uscire per una sigaretta, oppure si approfitta della distrazione di titolare e camerieri per darsela a gambe e non pagare il contro del pranzo o della cena appena consumati. Dopo il caso del Clipper, dove l’altra sera alcuni  ragazzi sono fuggiti senza saldare il conto, sono diverse le segnalazioni anche a Cagliari.“Un fenomeno che è sempre esistito – spiega Marco Sulis, presidente regionale di Confesercenti – e difficile da contrastare. L’unico consiglio che mi sento di dare ai ristoratori è quello di sorvegliare maggiormente i clienti all’interno dei locali”.

Gli episodi si concentrano nei ristoranti del centro storico, soprattutto alla Marina. “Questo inverno – racconta Ignazio, che si occupa di attirare potenziali clienti di passaggio per diversi locali del rione  – con la scusa di fumare una sigaretta, una coppia di giovani è fuggita senza pagare. Li ho rincorsi e ritrovati in una strada vicina, e con tutta tranquillità mi hanno detto che nel locale avevano lasciato il giubbotto in pelle che valeva più della cena”. Ma il fenomeno si concentra d’estate, quando i locali sono più frequentati e regna la confusione. “Alcuni giorni fa è arrivato un gruppo di tre persone, un anziano e una coppia di giovani – dice Ignazio – Dopo aver mangiato si sono alzati e sono andati via separatamente, prima la coppia e poi l’uomo. Li ho beccati a parlare alcuni metri più avanti, e dopo aver chiesto spiegazioni si sono accusati a vicenda. Morale della favola l’anziano è tornato nel ristorante e ha pagato il conto”. E poi c’è chi promette di pagare il conto il giorno dopo fornendo indirizzi e dati personali falsi: “mi sono fidato troppo e ho dovuto pagare di tasca gli 80 euro del pranzo di tre ragazzi”.

 

Cani al Poetto senza guinzaglio, scatta la multa di 100 euro

Regole rigide alla spiaggia per i cani all’ospedale Marino: ieri altre sanzioni

Autore: Jacopo Norfo CASTEDDUONLINE

uid_14ea70ec970.640.0

Occhio a non portare i cani senza guinzaglio appena fuori dal recinto della nuova spiaggia per quattro zampe al Poetto: ieri sono scattate altre due multe salate, di cento euro ciascuna. Questo l’esito dei controlli effettuati dagli agenti della Polizia Municipale, che sono stati inflessibili: le regole vanno rispettate. E dicono che fuori dall’area cani gli amici animali vanno tenuti sotto stretto controllo e sempre col guinzaglio, per evitare fastidi agli altri bagnanti.

 

Dopo 76 anni il Teatro civico di Cagliari riapre le porte alla lirica

FPNTE: SARDINIA POST
teatrocivico-372x221
Dopo 76 anni il Teatro civico di Cagliari riapre le porte alla musica lirica. L’ultima volta di un’opera prima della chiusura e della distruzione risale al 1939: una serata di gala davanti ai Principi di Piemonte. Poi i bombardamenti della guerra e dopo decenni la ristrutturazione. Negli anni scorsi la struttura di via Mario De Candia, all’ingresso di Castello, a due passi dal Bastione, aveva ospitato rassegne e spettacoli soprattutto di musica soprattutto rock e pop. Ma sabato prossimo, 25 luglio, l’opera rientrerà dalla porta principale con la prima rappresentazione della Carmen nell’ambito della rassegna “Un’isola della musica”.

“Un posto davvero speciale – ha detto questa mattina la Soprintendente Angela Spocci nel corso della presentazione del programma – che ricorda il Globe Theatre di Londra”. Per la Carmen in programma sette rappresentazioni, e non solo a Cagliari. Appuntamenti anche al piazzale della Miniera di Monteponi, al complesso nuragico di Santa Cristina a Paulilatino e in piazza Belvedere a Posada. Biglietti ultrapopolari per le rappresentazioni: solo cinque euro. Gli spettacoli del Lirico approderanno anche domenica 26 luglio all’area archeologica di Su Nuraxi a Barumini. In scena il Nauaui jazz con musiche di Duke Ellington, George Gershwin e Cole Porter. Tra gli altri appuntamenti fuori porta anche Musica sotto le stelle, canzoni napoletane, arie, duetti alle Antiche terme Santa Maria Acquas di Sardara. Sempre il 26 luglio si comincia a Cagliari con la Tosca, sempre al Civico. Altri spettacoli a Su Nuraxi, all’arena Mirastelle di Carbonia e nel sagrato della Cattedrale di San Pantaleo a Dolianova. Altro pezzi forte del cartellone “Le otto stagioni” con l’orchestra d’archi del Lirico e il Concerto corale. La rassegna “Un’isola di musica” si avvale del contributo ed realizzata in collaborazione con la Fondazione Banco di Sardegna, la Regione e i comuni di Bari Sardo, Barumini, Cagliari, Carbonia, Dolianova, Iglesias, Paulilatino, Posada, Sardara e Sarroch.

Caldo e afa non abbandonano l’isola: a Cagliari 38 gradi

Le previsioni dell’Aeronautica militare

Autore: Redazione Casteddu Online 

uid_14e6dc120db.640.0

 I venti di maestrale hanno concesso un po’ di tregua, ma il caldo e l’afa non abbandonano l’isola. Secondo le previsioni dell’Aeronautica militare a Cagliari si registra una temperatura di 38 gradi, 37 a Orosei, a Teulada e Carloforte, 36 a Villasimius. Temperature che, secondo le previsioni dell’Arpas, si registreranno anche nella giornata di domani.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 42 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: